Incontro con la campionessa olimpionica Elisa Blanchi

La pluridecorata campionessa di ginnastica ritmica, ELISA BLANCHI, atleta dell’Aeronautica militare, è stata ospite mercoledì 23 novembre degli studenti dell'IIS Via Roma di Guidonia.

Insieme ad Elisa Santoni, Angelika Savrajuk, Romina Laurito, Marta Pagnini e Andreea Stefanescu della squadra nazionale italiana di ginnastica ritmica, la Blanchi ha scritto pagine memorabili dello sport nazionale ed internazionale, conquistando qualcosa come 100 medaglie, tra Olimpiadi e Campionati del Mondo, più altri importanti premi, significativi riconoscimenti sportivi e onorificenze nazionali.

L'incontro, promosso dai docenti del Dipartimento di Scienze Motorie della sede centrale, ha messo in evidenza varie tematiche come correttezza, lealtà, spirito di sacrificio, rinunce, gioia ma anche delusione, rispetto delle regole, amicizia, integrazione, che sono alla base dello sport e della vita di tutti i giorni.

La Blanchi, introdotta da alcuni video delle gare ed esibizioni delle "Farfalle Azzurre", ha ripercorso la sua esperienza atletica da quando scoprí per caso la ginnastica ritmica all'età di 3 anni e mezzo fino alle competizioni internazionali. Ha poi illustrato le caratteristiche della ritmica raccontando i suoi sforzi per conciliare gli studi e lo sport a livello agonistico, la difficoltà di vivere lontano dalla famiglia, i dolori degli infortuni e delle sconfitte e come sia importante sapersi risollevare per apprezzare pienamente le vittorie. 

La sensibilità degli alunni del Liceo, attraverso le numerose domande, ha portato ad analizzare anche gli aspetti più personali della vita di un campione sportivo: le paure, il coraggio e la soddisfazione dietro alla grande fatica per la preparazione di un esercizio. Prima dei saluti e delle foto di rito, Elisa ha sorpreso tutti mostrando uno dei suoi trofei più preziosi, la medaglia di bronzo di Londra 2012. 

Una bella pagina di sport e dedizione, che Elisa Blanchi ha saputo descrivere con la passione di chi sa dedicarsi alla propria disciplina fino in fondo.

CLICCA SULL'IMMAGINE per visionare il fotoreportage:

Ultima modifica il 23-11-2022